LA MIA PRIMA MARATONA

Il giorno di Pasquetta ho corso la mia prima maratona da Cividale del Friuli ad Aquileia. È andata bene Vas, secondo le nostre aspettative. Avevi stimato un tempo fra le 3h 45' e le 3h 55', più precisamente avevi detto che l'avrei fatta in 3h 51', tanto che verso la fine, guardando l'orologio, mi è quasi preso un colpo per la tua precisione.

Alla partenza mi sono posizionata dietro i pacemaker delle 4h, ma dopo il primo km andavano già troppo forte per me; la prima mezz'ora mi serve per riscaldare il motore.

La gente mi passava, andavano tutti così forte, ma ho pensato a quello che mi avevi detto e di non badare agli altri. Dopotutto questa era la mia prima esperienza e dovevo fare i conti con le mie gambe, la mia testa e 42,195 km da affrontare.

Arrivati al km 5, primo ristoro. Il gruppo delle 4h inizia a rallentare, io invece inizio a sentire il mio ritmo, bevo un po' e riparto, sorpasso piano piano e li lascio indietro.

Mi sento bene e vado avanti, ho la sensazione che la testa e le gambe siano in sintonia. Passo il 10°, il 15° e al 21° guardo l'orologio. Ok, ci sono secondo i nostri tempi, sono sotto l'ora e 55'. Dal 21° al 30°, sempre con un passo costante, supero qualche corridore. 31, 32, 33, 34, la crisi non arriva, ma non voglio nemmeno che arrivi! Sento le gambe più stanche, come quando inizio a correre dopo i 100km di bici, ma so che dopo questa sensazione passa. Ho la convinzione di aver rallentato, non guardo l'orologio, non mi serve, di più non posso dare se voglio arrivare alla fine.

Ecco, dal 36° al 41° i km sembrano infiniti, ma sono solo 5, è il mio giro di riscaldamento il giovedì sera prima di iniziare a fare le ripetute. Dai, ce la posso fare! Questa volta guardo l'orologio, se sono brava riesco a finirla nel tempo che avevi calcolato tu. Spingo un pochino di più, manca meno di un km e non vedo l'ora di arrivare. Chiudo in 3h 49' e 6".

La cosa più bella di questa giornata è averla gestita bene, i tempi sono stati costanti lungo tutto il percorso; pensavo di aver rallentato dal 30' ma non è stato così. Oggi ho imparato ad avere pazienza, ad ascoltarmi km dopo km, a prendere i gel poco prima del 10° km, al 19°, al 28°, al 36°, a fermarmi ai ristori e camminare per quei 10mt utili a consentirmi di bere due sorsi d'acqua e poi ripartire.

Ecco, farla dopo 180 km di bici non sarà la stessa cosa, ma per ora va bene così. Ora Vas mi devo mettere sotto con la bici che sono un pò indietro...

VAS

Brava Ele,

Tu non puoi credere quanto contento sia per come hai corso e sia per lo spirito che Ti sento addosso adesso che l’hai finita ‘sta maratona!

Prenditi questi 2/3 giorni di riposo, fatti fare uno/due massaggi, ti faranno bene!

I prossimi tre mesi saranno i più importanti fra tutti quelli che hai affrontato, lo spirito “raccolto” nella maratona lo tirerai fuori quando dovrai affrontare in allenamento i 180 km di bici, per gli allenamenti di tre ore di corsa, per i combinati infiniti, eccc…!

Domani e martedì riposo assoluto, giovedì niente corsa ma ti vieni a prendere i complimenti della squadra e ti fai TUTTO il nuoto, venerdì ancora riposo.

Considerato che non farai il duathlon di Brescia cercheremo di utilizzare il prossimo fine settimana per privilegiare la bici, ma considerato che ti sei appena fatta una maratona io farei così:

sabato ti fai l’ora e mezza di nuoto e poi ti fai circa 80/90 km di bici senza corsa, 

domenica ti fai circa 120/130 km di bici e SOLO 10/12 minuti di corsa giusto per “riprendere la corsa dopo la bici”; ti assicuro che i combinati li cureremo un po’ di più,  soprattutto nei prossimi fine settimana!

MI RACCOMANDO NEL FARE QUESTI 210/220 KM SPEZZATI USA SOLO E SOLTANTO UN RAPPORTO AGILE, 52/17 – 52/18 – TIENI UNA MEDIA SOTTO I 30/KM/ORA – USA PURE LA BICI DA CRONO, NON SERVE FARE SALITA, ANZI NON LA FAREI PROPRIO E SE PUOI FAI DUE VOLTE LO STESSO GIRO SIA SABATO CHE DOMENICA, SARA’ NOIOSO, MA TANTO ADESSO NON DEVI FARE TURISMO E TI SERVE PER IMPARARE A FISSARE DEI PUNTI DI RIFERIMENTO, per il bere, per il mangiare, per il quanto manca, per il tanto altro ..,  CHE TI DIVENTERANNO UTILI QUANDO A KLAGENFURT FARAI DUE GIRI DA 90 KM.

L’idea in questo fine settimana è di fare almeno 210/220 km (NON DI PIU’ !!) di bici con una corsetta “ricordati la corsa” che non ti faccia male …

Giusto per non dimenticare niente e per restare sempre concentrati Ti ricordo che il 17 di Aprile farai il Medio Del Lido di Volano, e quel giorno arriveremo SOVRACCARICHI E PESANTI, ti stai chiedendo come farai ad essere sovraccarica e pesante, tranquilla te lo spiego nelle prossime settimane, aghhh…

Vai Ele!!!