- 150 gg all'Ironman

ELE 

Siamo a meno di 150 giorni all'Ironman di KLAGENFURT. Solo 150!!!!!!! Sarò pronta per quella data???

Domenica ho fatto 5h di MTB noiose sugli argini e con la nebbia, ho avuto male alle gambe già dopo 3h e mezza in sella alla bici, la crisi non è arrivata una volta, ma bensì 3, e sono pure arrivata a casa a fatica. 

Ero stanca fisicamente, ma forse di più con la testa... Non sopportavo la nebbia e l'umidità che mi penetrava nelle ossa e neppure il percorso piatto troppo monotono che mi ero programmata.

Mi sono data dei limiti da sola: il tempo brutto, la noia, la fatica... lo so... ma ieri non ne avevo proprio.

Fortunatamente questa settimana è di 'SCARICO', così posso recuperare le energie e seguire gli allenamenti di corsa della squadra. Mi darà sicuramente una bella carica.

VAS  

Domenica non è andata tanto bene, si era detto di fare “quasi” sei ore, essersi fermata prima non vale!!   Se ci si da un programma bisogna rispettarlo, il giorno dell’Ironman i km di bici da fare sono 180, non sono meno, cosa facciamo, li facciamo diventare 160 perché sei stanca, o la maratona la facciamo diventare di 35 perché sei stanca!

 La stanchezza sarà sempre li con te, cambieranno il paesaggio, la strada, le persone che ti incitano, il tempo, ci sarà il sole o la pioggia, ci sarà il freddo della prima mattina sulla braccia o il sole a picco dell’una sulla “testona”, tutto sarà variabile, mutevole, ma la stanchezza no, ci sarà sempre, ti accompagnerà sempre! 

A Klagenfurt il punto più duro della bici non sono le salite di St. Niklas o di St. Egyden al 13%, ma gli ultimi 20 km dopo il paesetto di Viktring quando avrai fatto a tutta i 5 km che lo precedono, perché sono in leggera discesa,  perché il vento li è sempre a favore, perché la strada è diritta, perché in quel momento penserai di aver finito, ma passato il paese ne resteranno proprio 20 di km per arrivare in zona cambio e in quei 20 km che non finiscono mai il PENSIERO ti farà credere che una piccola brezza di vento sia una tempesta, che un dosso di rallentamento sia una salita al 20% e che non c’è la farai proprio a fare la tua maratona, ecco in quel momento butterai via il tuo PENSIERO! 

Come in una mongolfiera che cade al suolo perché  è troppo pesante o in una barca che affonda perché è troppo pesante e la prima cosa che si fa per risalire o arrivare in porto è buttare via la ZAVORRA anche TU dovrai buttare via la tua ZAVORRA, IL PENSIERO … quel pensiero negativo senza peso e senza muscoli  che CI  accompagna, quel pensiero che CI  ordina di avere dei limiti! 

Butta via tutto, non porti limiti, sei infinita!!! 

Non far finta di niente, tu sei già lì al KARTEN KLAGENFURT IRONMAN AUSTRIA!