PENSIERI POSITIVI E PENSIERI NEGATIVI

ELE

Ho completato la prima delle tre settimane di carico di febbraio per la preparazione dell'IRONMAN di KLAGENFURT. Dopo alcuni giorni di 'recupero' non vedevo l'ora di riprendere gli allenamenti 'seri' come da tabella.

Ho fatto un test di CORSA sui 2.000 mt, ho corso sotto la pioggia, ho nuotato, ho corso nuovamente sotto la pioggia e il freddo anche se sarei stata volentieri a casa sotto le coperte, ho nuotato ancora ma un po' più lenta (alcune volte va così...), ma la cosa più bella è stata la mia prima uscita dell'anno in BICI DA STRADA. Il tempo non era dei migliori, ma almeno non ha piovuto e il freddo è stato sopportabile. Senza accorgermene ho fatto 105 km da sola, cosa che al 13 di febbraio non mi era mai capitata!!!

Sto anche prendendo confidenza con la bici nuova ma ci vorranno un bel po' di km prima di sentirmi 'a mio agio'. Adattarmi alle prolunghe per me è come imparare a correre in bici senza rotelle o a stare in piedi sui pattini... stesse sensazioni di 'non equilibrio' di quando si inizia. Alla fine ho imparato ad andare in bici e pure a pattinare e mi piace pure tanto, quindi ci vorrà un po' di pazienza e molto tempo speso in sella.

Ultima cosa, devo dire che il brutto tempo mi butta giù, correre sul bagnato e zuppi d'acqua non è la stessa cosa che farlo in primavera con il sole, ma la sensazione di essere riuscita a completare gli allenamenti lo stesso è una bella soddisfazione. Oggi ha vinto la mia testa. 

 

Vas

Brava Ele, ogni allenamento una conquista, ogni allenamento una scoperta nuova, se prima erano tanti gli elementi che magari potevano permettersi di condizionarti un po' alla volta la pioggia, il freddo, il vento, la noia, il caldo quando arriverà ....  diventeranno tuoi amici di avventura, non respingere niente, accogli tutto e tutti, non è il "caso di farci troppo caso" i cattivi pensieri non cambiano il tempo e nemmeno lo riscaldano, brava Ele!

Epppoi la bici nuova, da cronometro, tieni conto che con quella bici, con quella posizione in bici potrai guadagnare 3-4 secondi al km, che magari sembrano pochi letti così, ma moltiplicati per i km che devi percorrere sono minuti alla fine ... 

A Klagenfurt appena esci dall'acqua i primi 25 km circa li potrai fare tutti in "piega" come dicono i più fighi .... quelli che vanno forte per intenderci, appena esci dall'acqua costeggi il lago di Klagenfurt, te lo troverai per meno di un'ora al tuo fianco inteso proprio come lato destro, lo costeggi, la strada non è tanto complicata, un po' di curve, ma non troppo "feroci", qualche minuscola "rampetta" da fare sempre con il 52, tanta gente che ti chiama per nome (gli organizzatori distribuiscono il libretto con i nomi di tutti) eppppoi è il momento dei programmi ..

Si proprio In quella prima ora è il momento di farsi dei programmi, lo so che in allenamento ne abbiamo fatti tanti ed il film della gara l'abbiamo visto tante volte, ma adesso ci sei DENTRO quel film, ed esserci è un piacere ed una sensazione diversa, ricordalo!

Sarà il momento dei "conti", guarderai per bene l'orologio, e ti farai per bene il conto di come sei andata, di quanto ci ha messo nel cambio, di come hai fatto i primi 10 km, se continuo così per che ora arrivo ... , i ristori sono ogni 20 km, ma quanti ne ho fatti, no, no, non ho fame, ma bagno si,  e dove vado, ma dai non ti ricorsi che ai ristori ci sono i "bagnetti" chimici, fffff...   ecco un'ora così: bellissima!

mumble ... mumble ...