TUTTI I GIORNI !!!

bici Castelnuovo.jpg

Ciao Vas!

Il primo blocco di allenamenti è andato. Sono state 4 settimane impegnative perché mi sono allenata ogni giorno (cosa a cui non ero abituata) e a parte l’impegno fisico direi che è stato impegnativo anche l’ASPETTO MENTALE.

Anche solo in poche settimane mi sono resa conto dell’impegno con cui si allenano molte atlete e atleti che conosco e che si allenano tutti i giorni o quasi e devo dire che tutto quello che riescono a raggiungere se lo sudano proprio in tutti i sensi!!!

A parte l’aspetto del risultato che riescono ad ottenere trovo più interessante la loro DEDIZIONE e la loro COSTANZA.

Per fare un buon allenamento bisogna essere concentrati, motivati, se non sempre, SPESSO! e questa è una caratteristica molto importante per allenarsi bene.

Io ho sperimentato un pochino questa costanza e motivazione in queste 4 settimane, perché dai miei 4 allenamenti a settimana (lunedì: corsa + nuoto; giovedì: corsa + nuoto; sabato: corsa + nuoto o bici + nuoto e domenica: bici + corsa) sono passata ad allenarmi ogni giorno (vuoi per la bici o corsa o rulli o pista o palestrina o yoga... o combinati..). Togliere quei 2-3gg di stacco totale CAMBIA! ECCOME SE CAMBIA!

Sto entrando in un’altra prospettiva e ad essere sincera questa cosa mi ha un po’ disorientato e spaventato all’inizio... mi sono fatta un sacco di domande...

Innanzitutto se questi allenamenti li stavo facendo bene, se stavo spingendo bene quando facevo le ripetute di corsa o stavo andando troppo piano?

(Si lo so Vas... ho l’orologio e la fascia per controllare le mie andature e la FC ma anche il Doctor ci ha fatto un discorso sulle frequenze come “NON” valore assoluto e poi il cardio lo uso più per verificare i dati post allenamento. Sono sempre stata abituata a sentire le mie sensazioni e ho bisogno di stabilire questo contatto in allenamento perché poi è lo stesso con cui faccio le gare).

Poi, altra grande domandona, quanto e se riuscirò a migliorare? Non è automatico che più ci si allena e come ci si allena porterà dei risultati, alcune volte ci vogliono mesi, anni di costruzione... si questo pensiero mi è venuto guardando tutti i video che mi hai fatto durante la tecnica di corsa... mamma mia... nell’ultimo video (quello che per fortuna non abbiamo pubblicato ;) sembro proprio una tapasciona!!!

Vabbeh, lo so, solite pippe, pensieri che ogni tanto attraccano nel porto e poi ripartono per il largo… O meglio, li faccio ripartire quando penso che alla fine sto facendo una cosa mi piace, il TRIATHLON, e che indipendentemente dal risultato è importante come farò questo percorso.

Tranquilla Ele,

lo sai che la parte che mi entusiasma di più in questo percorso è la parte psicologica perché penso sia quella che ti può dare il più alto margine di miglioramento, ma adesso un po' per bilanciare guardo anche i tempi degli ultimi allenamenti e nelle tre settimane in cui hai “caricato” sei andata proprio bene, quando hai dovuto correre “veloce” per un paio di volte sei andata sotto i 4.00,  3.57 una volta, 3.53 un’altra … e c’è sempre da considerare che da gennaio, di settimana in settimana, hai abbassato il ritmo della corsa media, dai 4,42 di gennaio ai 4.30 di febbraio, il tutto naturalmente tenendo conto della F.C. che è venuta fuori dal TEST, bene!

Ti ho chiesto di correre sempre sotto i 4.00 nel veloce, beh…, la cosa che hai detto è stata: “…  ma faccio fatica, sto facendo fatica …”  … allora bene, non mi hai detto non lo farò più, ha isolo detto che stai facendo fatica, fatica è una parola magica, incomprensibile a chi non fa sport, ma miracolosa e unica per noi che lo facciamo, senza la fatica non daremo un senso al nostro obbiettivo, senza la magia della fatica non combiniamo nulla.

Per adesso continuiamo con questo schema, al martedì il lavoro variato con 5’ medio, 1’ veloce, 4’ lenti e LE SALITE finali di San Daniele alla fine, mentre al giovedì continuiamo con 1 km. veloce e un grande recupero, come sempre adatteremo tutto in base all’umore, alla temperatura, alla “lune” ….

Correre con riferimento il tempo qualche allenamento e con riferimento la distanza qualche altro allenamento ci servirà in gara, quando qualche volta non avremo l’orologio o qualche volta non saranno indicati sul percorso i KM., VOGLIAMO PROVARCI a essere pronti a tutto.

E adesso ci vediamo sul campo, nel fine settimana faremo un po’ di tecnica di bici, qualche salita, qualche allungo, qualche curva, qualche rilancio, … come per la corsa spezziamo tutti i vari movimenti e li ricomponiamo per bene, solo perfetti!

Ti aspetto!