DALL'ALTRA PARTE DEL CAMPO: OSSERVARE UNA GARA

Ciao Vas!

domenica come ti avevo anticipato ho utilizzato un ‘jolly’, si Vas…se ti ricordi è uno dei quei 3 jolly che posso utilizzare per sgarrare negli allenamenti… come due anni fa quando preparai l’Ironman di Klagenfurt.

Questa volta non l’ho fatto perché ero stanca e non volevo allenarmi, a parte il bel raffreddore che un po’ mi ha debilitato la settimana scorsa, il jolly l’ho preso domenica per andare a vedere i Campionati Mondiali di Winter Triathlon ad Asiago!

Una meta vicina, un Campionato Mondiale, una tipologia di gara che non avevo mai visto e infine dei compagni di squadra che gareggiavano!!

Non mi capita spesso di fare da spettatrice ma devo dire che quelle volte che sono fuori dalla ‘ZONA CAMBIO’ e guardo gli altri mi IMMEDESIMO in loro, vivo gli attimi pre-partenza, sento l’emozione prima del fischio, mi concentro pure io come se dovessi farla………

manca poco al via, OK ELE…. prima frazione: immagino il percorso e quelle salite che richiederanno più sforzi in corsa, poi zona cambio: svelta svelta e concentrata, poi la seconda frazione: MTB e perdipiù sulla neve… come sfrecciano veloci questi in discesa!!! T2 dalla bici agli sci di fondo…

….beh ecco qui mi sono persa con i pensieri e ho fatto il tifo a Michele, Luca, Alberto e infine alla mia cara amica Virna.

Il Winter Triathlon è una gara molto diversa dal Triathlon, ma quello che ho visto domenica mi ha ricordato quanto importante è la CONCENTRAZIONE, sempre!

Possono succedere tantissimi imprevisti in una gara, ma la maggior parte degli atleti di questo mondiale erano determinati a realizzare la loro migliore prestazione.

Bella gara direi!!

Mi è venuta voglia di gareggiare e anche di pensare a questa determinazione…

… e si Ele, è stata una bella gara, difficile per chi era in competizione, ma emozionalmente per chi c’era a vederla.

Consiglio a TUTTI i triatleti una gara di Winter Triathlon, sicuramente non si trova mai una temperatura ideale di 20°, sicuramente quando ti va bene non piove, ma nevica e sicuramente il percorso che devi fare con la M.T.B. non è mai senza buche, non è mai tanto liscio, largo e piatto.

Il Winter Triathlon è una gara severa, impegnativa, da molto prima di partire e fino alla fine che non arriva mai, da molto prima di partire quando E’ maledettamente FREDDO E VUOI partire anche prima della campana, “….. Giudice fammi partire che ho freddo… , Giudice fammi partire che almeno mi scaldo…”

Non sei mai preparato per una gara di Winter Triathon, sarà che viene a gennaio o febbraio, sarà che la corsa sulla neve è un continuo ostacolo, che sia fresca, impaccata o ghiacciata, sarà che il giro con la M.T.B. non è mai proprio una gita per vedere il paesaggio e sarà perché se dici “adesso mi riposo con gli ski “dici una bugia, lo sai che non è vero, la parte più faticosa arriva in quel momento!

Il Winter Triathlon ti mette alla prova e quando l’hai finito l’hai memorizzato tutto e non te lo scordi più.

.. vabbbè … .. un jolly andato, ….. ne restano due.