PIANIFICHIAMO LA STAGIONE

ele+Roth+2018.jpg

Eccomi VAS! non sono sparita, ci sono, ero impegnata ad allenarmi ;)

In questo ultimo mese ho fatto quello che c’eravamo detti, mi sono allenata con costanza, nuoto, bici, mtb, corsa, yoga, esercizi…

Quando era troppo freddo per uscire in bici ho fatto delle sessioni sui rulli, altre volte me lo sono presa tutto questo freddo, quel freddo che ti va via dopo 2 giorni… brrrr……

Le mie uscite di corsa del sabato mattina si sono allungate fino alle 2 ore e sono sempre corse in COLLINA, SENTIERI, STERRATO, FARTLEK e CIRCUITI, le faccio proprio con piacere, non guardo l’orologio se non all’inizio e alla fine, mi gusto tutto il piacere della corsa, distante dai tempi scanditi delle ripetute che verranno nei prossimi mesi e DISTANTE DAI RITMI GARA. ….Parola d’ordine: RIGENERAZIONE!

Abbiamo già fatto la lista dei miei PUNTI DEBOLI su cui dobbiamo focalizzarci quest’anno, se ci penso mi sento distante anni luce dai nostri obiettivi!!!

Dai vediamo cosa combiniamo! Iniziamo a fissare un po’ di date e obiettivi per questa stagione che mi aiuterà di certo ad essere più focalizzata sulla preparazione.

Sappiamo già che l’obiettivo ‘top’ sarà il Campionato Mondiale di IRONMAN 70.3 a Nizza il 7 settembre, poi mi testerò sempre sulla stessa distanza a maggio, all’IRONMAN 70.3 di Mallorca l’11 maggio e nel mezzo vorrei arrivare preparata al Campionato Italiano di Triathlon Olimpico a Iseo il 30 giugno, mi sembra sia una gara impegnativa, soprattutto per la salita e discesa in bicicletta, e quest’anno dovrò concentrarmi molto su questo tipo di tracciati.

In mezzo a queste 3 gare ci saranno sicuramente delle gare di Triathlon Olimpico e Sprint in funzione della preparazione generale.

Se penso che l’anno scorso ho preparato 1 Ironman, 3 Triathlon su distanza 70.3 e altre gare di triathlon olimpico, sprint, duathlon… potrebbe sembrare molto più semplice…………………….

brava Ele, ti allenerai alla prestazione sportiva che verrà il più globalmente possibile, un grande atleta è un grande atleta in gara, in allenamento e anche nel suo tempo libero!

Adesso è il momento di portare attenzione su quelli che consideriamo punti deboli, perciò qualche settimana fa le discese con la bici e adesso, in questo fine settimana, la corsa, analizzeremo la tua tecnica di corsa, l’andatura, il movimento delle braccia e delle mani, la testa e il collo, le spalle e le braccia, le gambe e le ginocchia, faremo qualche ripresa con i nostri inseparabili cellulari …., insieme andremo nei dettagli, tutto il tuo movimento della corsa verrà spezzato in piccole parti, sistemato e ricomposto, perfetta!

Per correre forte e veloci per prima cosa bisogna correre bene, la corsa alla fine di un triathlon, qualsiasi possa essere la distanza, sarà sempre, come hai scritto sopra, UN PIACERE!

Ci vediamo sabato in campo.