PARTENZA CON SORPRESA!

26394f1d-b1d5-4693-be3b-8b66a322eae5.jpg

Il 2018 è stato, per me, un anno ricco di gare e soddisfazioni al triathlon. Una stagione che è iniziata a febbraio e conclusa a fine settembre e con un bel meritato periodo di riposo a ottobre e anche un pochino di novembre…

In questi ultimi mesi ho rallentato i ritmi e ho recuperato le energie, la voglia e la carica per la prossima stagione. Stacco proprio il cervello!!! mi alleno quel minimo per non bloccare totalmente il mio corpo finché raggiungo un certo punto, che io chiamo il mio ‘picco di distacco’ (distacco dalla concentrazione delle gare in pratica), poi inizia a tornarmi la voglia di fare le cose seriamente, di allenarmi e di pensare alle prossime avventure. 

Finché non arrivo a questo punto, non è ancora il momento di riprendere ad allenarmi.

 

Per fortuna che questo momento è successo qualche settimana fa ;) ;) ;) . Ho ripreso con le corse collinari del sabato mattina con la mia squadra Padova Triathlon e mi sono fatta coinvolgere molto facilmente dalla carica della mia compagna Sara e iscriverci, insieme ad altri, alla Ultrabericus Winter Trail in versione ‘speed’, cioè una corsa TRAIL di 17km circa sui Colli Berici, in provincia di Vicenza.

Insieme a Sara ci sono anche Vale, Virna, Stefano e Ale. Che bello! Sono alla partenza di questa nuova avventura con dei compagni di triathlon storici! Tutti loro hanno anche un vero spirito trail e mi contagiano fin dall’inizio.

ultrabericuspdtriteam.jpg

Ore 9:30 di domenica: SI PARTEEEE!!!!!

Abbiamo tutti lo zainetto, come da regolamento, con del materiale indicato dall’organizzazione, io ho riciclato uno zainetto un po’ vecchiotto e un po’ di materiale da Sara e Virna, all’apparenza non sono molto tecnica ma il necessario c’è. Siamo circa un migliaio di partecipanti suddivisi fra chi gareggia per i 17km e chi ne farà 34 di km, un bivio al 14° km ci dividerà fino alla finish line.

Questa corsa mi piace da subito, ci si inoltra in mezzo al bosco, in mezzo alla natura, corro in mezzo la lunga fila di persone, a tratti il sentiero diventa un single track, a volte bisogna camminare in salita, anche perché c’è davvero molta gente e in alcuni tratti si scivola per il fango.

Mi sento bene, le mie gambe girano senza fare troppa fatica, me ne rendo conto quando iniziamo le salite e sorpasso un bel po’ di corridori, qualcuno mi ri-passa in discesa, ma oggi sto spingendo bene, il respiro è regolare e mi sto DIVERTENDO TANTISSIMO! 

Sono nella parte finale, rispetto al fiume di persone iniziale ora siamo in pochi, a 200mt dall’arrivo un volontario dell’organizzazione mi indica la strada e dice ‘terza donna all’arrivo’…!!! COSA??!!! IO???!!!!

Arrivo sotto il traguardo con un sorriso enorme, vedo Stefano che è già lì e Vas che ci fa qualche foto!

Questa è la SORPRESA delle sorprese! ecchiseloimmaginava??

assolutedonneultraspeed.jpeg

Aspettiamo Virna, Ale, Vale e infine vado incontro a Sara, oramai dovrebbe essere alla fine. Quando la vedo la saluto, corriamo per un pezzetto insieme e mi chiede com’è andata, le dico che sono arrivata terza, è felice per me e corre dritta fin sotto il traguardo! Grazie Sara!!!

Concludiamo la giornata con un bel ristoro tutti insieme. ll clima che si respira a queste corse TRAIL è fantastico!

L’organizzazione è stata favolosa e le premiazioni sono state fatte da Marco Olmo (se mi avessero detto qualche anno fa che sarebbe successo, non ci avrei mai creduto!!!)

Per quanto riguarda i TRAIL Vas, forse dovremmo prevederne qualcuno come allenamento… che dici???

ultrapremiazioniolmo.jpg

… i TRAIL saranno una delle tante cose che faremo, penso che abbracceremo lo sport a 360°, è il momento di provare quello che abbiamo sempre e solo visto fare da altri… buona fortuna!